ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nel venerdì di preghiera Israele riapre l'accesso alla Spianata delle Moschee

Lettura in corso:

Nel venerdì di preghiera Israele riapre l'accesso alla Spianata delle Moschee

Dimensioni di testo Aa Aa

Al culmine della tensione con i palestinesi Israele ha deciso di riaprie l’accesso alla Spianate delle Moschee, a Gerusalemme, per evitare un aggravarsi della situazione nel giorno della preghiera del venerdì.

Monte del Tempio per il mondo ebraico, il sito è luogo sacro per l’Islam. La decisione di sospendere l’accesso, del tutto eccezionale (è la prima volta che la misura viene adottata dal 1967), era stata presa a seguito del tentato omicidio, mercoledì sera, di un militante dell’ultradestra ebraica, tutt’ora ricoverato in condizioni gravi.

La polizia dello Stato ebraico aveva circondato ieri l’abitazione del presunto responsabile dell’attacco, Moataz Hijazi, rimasto ucciso nello scontro a fuoco in cui è degenerata l’operazione.

Sin dalla notte tra mercoledì e giovedì si sono susseguiti gli scontri tra polizia israeliana e giovani palestinesi. Ieri si sono tenuti i funerali dell’uomo che, secondo i servizi israeliani, era uscito dal cacere nel 2012 dopo oltre 10 anni di reclusione.