ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kobane, il contingente dei peshmerga in attesa di unirsi alla resistenza

Lettura in corso:

Kobane, il contingente dei peshmerga in attesa di unirsi alla resistenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora in attesa dell’ok a varcare il confine per unirsi alla resistenza curda a Kobane. I peshmerga arrivati dall’Iraq restano a Soruc, in Turchia. Insieme a loro le armi e le munizioni per i combattenti che da oltre un mese difendono la città curda dall’avanzata dell’Isil.

Giovedì una delegazione di peshmerga è giunta a Kobane.

In un video pubblicato su Youtube vengono riprese le prime azioni dei peshmerga contro i miliziani dell’Isil a Kobane

Nelle stesse ore il governo di Damasco ha avviato violenti bombardamenti sul nord della Siria per impedire l’arrivo delle armi alla resistenza curda. Decine le vittime tra i civili, per lo più rifiugiati siriani in fuga dalle zone di guerra.

“L’arrivo dei peshmerga cambierà le cose” spiega una donne che vive in un campo di Soruc
“Siamo felici. Chiediamo che oltre ai peshmerga ci diano il loro supporto anche gli altri. Il nostro morale è migliorato da quando i peshmerga sono qui”.

Alla resistenza curda di Kobane si sono uniti in questi giorni anche un gruppo di combattenti dell’esercito di liberazione siriano.

Il regime di Damasco ha accusato Ankara di violazione della sovranità territoriale.