ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riunione Onu a NY sugli insediamenti israeliani. Autobus vietati ai palestinesi

Lettura in corso:

Riunione Onu a NY sugli insediamenti israeliani. Autobus vietati ai palestinesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu si riunisce in serata per discutere dei nuovi insediamenti annunciati da Israele a Gerusalemme Est. La riunione, urgente, è stata richiesta dalla Giordania dietro istanza del rappresentante palestinese alle Nazioni Unite.
E la tensione tra israeliani e palestinesi sta di nuovo raggiungendo il culmine anche per via del nuovo provvedimento annunciato dal ministro della Difesa israeliano Moshe Ya’alon: dall’inizio di novembre i palestinesi della Cisgiordania che ogni giorno si recano in Israele per lavorare non potranno utilizzare gli stessi autobus dei coloni israeliani.

“E’ importante per me dire che la situazione sugli autobus non è normale. Ci sono molestie sessuali e umiliazioni continue da parte dei palestinesi verso gli israeliani”, dice questo giovane israeliano.

La decisione, motivata con ragioni tecniche e di sicurezza, è stata bollata dalle ong come un piano di segregazione razziale.
La portavoce dell’associazione israeliana per i Diritti Umani, B’tselem, Sarit Michaeli, chiarisce:“Sembra che il ministro della Difesa non sia soddisfatto dal confinare i palestinesi in fondo agli autobus: ora non li vuole proprio far salire. E’ ora di finirla di nascondersi dietro questioni tecniche, e ammettere che questo è un velato consenso alle richieste dei coloni di autobus divisi in base alla razza”.
Il provvedimento obbligherà i palestinesi a presentare il permesso di lavoro non più solo all’andata ma anche al ritorno al valico di Eyal e da lì proseguire su mezzi di trasporto diversi, impedendo loro di viaggiare su autobus del trasporto pubblico israeliano in Cisgiordania
.