ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il "Futuro dell'energia". Aspettando l'Expo 2017 ad Astana

Lettura in corso:

Il "Futuro dell'energia". Aspettando l'Expo 2017 ad Astana

Dimensioni di testo Aa Aa

Il futuro dell’energia. Ovvero risparmio energetico, riduzione delle emissioni di CO2, rispetto dell’ambiente. Questioni fondamentali ma che spesso non riscontrano l’interesse dovuto da parte dei governi. Per fare il punto della situazione, a fine ottobre, oltre centinaio di esperti internazionali si sono riuniti ad Astana in Kazakistan. Obiettivo comune: ottenere fonti di energia sempre più pulite.

“Abbiamo bisogno di una maggiore disponibilità di energia: cresce la domanda da parte delle economie globali e da parte della società. Questa è la nostra sfida. Rendersi conto che entro il 2050 dovremo raddoppiare la nostra disponibilità di energia elettrica”, fa presente Alex Ignatiev, ricercato all’Università di Houston

Oggi molti Paesi, specie in Europa, si stanno occupando con grande attenzione di come ridurre le emissioni di anidride carbonica, ma l’inquinamento resta ancora un problema difficile da gestire.

“Ovviamente è molto facile puntare il dito contro qualcuno o qualcosa. Gli Stati Uniti accusano i cinesi di non fare nulla in proposito, mentre la Cina accusa l’America di essere la causa principale del problema. Io spero che ora Stati Uniti ed Europa mostrino di volersi seriamente impegnare per combattere l’inquinamento, solo così si riuscirà ad aver dei risultati migliori e concreti”, sottolinea Chris Hansen dell’IHS Energy

Tra i paesi produttori di petrolio, il Kazakistan ha deciso di dare un forte segnale. Astana ospiterà infatti nel 2017 l’Expo: tema dell’esposizione il “futuro dell’energia”.

“L’energia del futuro è la nostra grande sfida, l’esposizione riguarderà le nuove tecnologie che dovrebbero occuparsi di energie rinnovabili e di efficienza energetica, ma riguarderà anche l’edilizia, ovvero la costruzione di pannelli fotovoltaici, di edifici dotati di impianti alimentati da fonti rinnovabili e conformi alle nuove normative”, dice Aidar Marat, Senior Manager dell’Expo 2017 ad Astana.

“All’esposizione saranno presenti molti paesi, perché il mondo si sta davvero preoccupando della questione energetica”, dichiara Rapil Zhoshybayev della Commissione Expo 2017.