ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dilma Rousseff confermata alla guida del Brasile. Prossima sfida: rilanciare l'economia

Lettura in corso:

Dilma Rousseff confermata alla guida del Brasile. Prossima sfida: rilanciare l'economia

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla fine Dilma Rousseff è stata confermata, seppur con un minimo scarto, alla guida del Brasile contro lo sfidante Aecio Neves. Poco più di tre milioni di voti di differenza in una nazione enorme come il gigante sudamericano dimostrano solo una cosa: che il Paese è spaccato. Enorme stavolta il tasso di persone che non hanno votato. Quasi 30 milioni. E adesso quali sono le sfide che deve affrontare la Rousseff?

Euronews lo ha chiesto alla politologa Sonia Fleury: “Sono diverse le sfide che deve affrontare il governo. Inclusa una crisi economica che ne ha fermato la crescita.Eppure l’esecutivo ha contenuto la disoccupazione uno dei maggiori problemi della Rousseff. Stiamo resistendo alla crisi. Credo che la Rousseff sia riuscita a comunicare all’elettorato il fatto che mentre l’intero pianeta affonda, noi ne stiamo uscendo abbastanza bene conservando posti di lavoro e mantenendo un minimo sindacale. Credo che sia stato per questo che abbia vinto, perché ha dimostrato di saper affrontare la crisi.”

In realtà così tante astensioni dimostrano che metà del Paese non crede più alle promesse della Rousseff. Perché in Brasile chi non va ai seggi senza giustificare la sua assenza per 4 anni non può chiedere un passaporto, né vedersi concedere prestiti dalle banche nazionali. Per ora lo zoccolo duro di Dilma restano le classi meno abbienti, ma l’impressione è che la borghesia abbia voltato le spalle al partito della ex guerrigliera.