ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni in Brasile: Dilma Rousseff, un sorso di mate prima del voto

Lettura in corso:

Elezioni in Brasile: Dilma Rousseff, un sorso di mate prima del voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha sorseggiato del mate, tipica bevanda sudamericana, e sorriso ai fotografi. Dilma Rousseff è arrivata in mattinata al seggio elettorale di Porto Alegre, dove ha votato per le presidenziali che la vedono candidata per la seconda volta.

Sono 143 milioni i brasiliani chiamati ad esprimere il voto al ballottaggio fra la presidente uscente, 66enne, e il suo rivale Aecio Neves, 54 anni.

Quest’ultimo, sostenuto dal ceto medio e dalla destra conservatrice, punta a mettere fine a dodici anni di dominio incontrastato del Partito dei Lavoratori, la maggior parte con la presidenza di Inacio Lula da Silva.

La sua ex delfina, Dilma Rousseff, per quanto favorita, oggi fa i conti con un calo di popolarità che ha toccato i minimi nell’estate dei Mondiali di calcio, quando migliaia di persone protestarono contro la corruzione politica e i miliardi fagocitati dai campionati, a fronte di una dilagante povertà nel Paese.

“Spero che tutto vada bene per il nostro Paese, per la gente, per i bambini, per tutti. Tutti i brasiliani ora sperano in un Paese migliore e sviluppato”, dice una donna che è andata a votare.

Insieme alle presidenziali si tiene anche il doppio turno elettorale dei governatori di 13 Stati della Federazione, tra cui Rio De Janeiro. Il voto è elettronico, ed è facoltativo per i giovani under 18, partendo dai 16 anni, e per gli ultrasettantenni. È obbligatorio per tutti gli altri, pena una piccola multa.