ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stato di emergenza in Sinai. Ancora attacchi jihadisti contro soldagi egiziani

Lettura in corso:

Stato di emergenza in Sinai. Ancora attacchi jihadisti contro soldagi egiziani

Dimensioni di testo Aa Aa

Massima allerta in tutto l’Egitto, dopo una nuova ondata di violenze e attentati. Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi, dopo una riunione con il Consiglio di difesa nazionale, ha imposto per 3 mesi lo stato di emergenza in Sinai, dove l’esercito conduce da almeno due anni una massiccia campagna contro le forze jihadiste.

Nel nord della regione non si fermano gli attacchi terroristici alle forze armate egiziane. Dopo quello di ieri che ha provocato 31 morti e una trentina di feriti, nella notte vicino all’aeroporto di Arish feriti una decina di soldati. Anche se per ora non ci sono rivendicazioni, l’ipotesi più probabile è che dietro a questi attentati ci sia la mano del gruppo jihadista Ansar beit al Maqdis vicino allo Stato islamico. Intanto l’Egitto ha deciso la chiusura del valico di Rafah con la Striscia di Gaza in attesa di prendere nuove misure di sicurezza.