ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

New York: agenti feriti a colpi d'accetta, incerta matrice terroristica

Lettura in corso:

New York: agenti feriti a colpi d'accetta, incerta matrice terroristica

Dimensioni di testo Aa Aa

Due agenti di polizia sono stati feriti a colpi di accetta, uno in modo grave, a New York. Ferita, accidentalmente dalla polizia, anche una passante.
L’aggressore è stato poi ucciso da altri agenti, e identificato come Zale Thompson, un trentaduenne dalle tendenze estremiste, secondo gli inquirenti. Cacciato dalla Marina anni fa, aveva un precedente penale e parlava spesso di terrorismo, anche sui social network. La polizia ha precisato che al momento non vi sono elementi per ritenerlo vicino all’estremismo islamico.

L’ipotesi dell’atto terroristico non è stata confermata, ma l’uomo ha agito a poche ore di distanza dalla sparatoria nel Parlamento di Ottawa. Anche lì è stato un uomo solo ad entrare in azione, così come aveva agito da solo un altro uomo, sempre in Canada, che lunedì aveva investito due militari. In tutti e tre i casi, si tratta di lupi solitari, nati e cresciuti nel Paese, con piccoli precedenti alle spalle.

L’atto più clamoroso, quello di mercoledì quando Michael Zehaf-Bibeau ha prima ucciso un militare al monumento ai caduti ed è poi entrato sparando nel Parlamento, dove è stato abbattuto, potrebbe aver ispirato l’attacco di New York. Sempre che la scia di attentati non sia stata organizzata, e questo è quello che gli inquirenti tentano di verificare.