ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles: doccia fredda per Cameron. Londra ci deve 2,1 miliardi di euro

Lettura in corso:

Bruxelles: doccia fredda per Cameron. Londra ci deve 2,1 miliardi di euro

Dimensioni di testo Aa Aa

“L’Europa non ha capito che così segna i suoi giorni”. Non ce la fa David Cameron, che dopo 24 ore di vertice fiume su clima, ripresa economica ed ebola ha ricevuto da Bruxelles la notizia: Londra ci deve 2,1 miliardi di euro per il bilancio europeo del 2013. La cifra è il frutto di un calcolo sulle differenze di Pil tra il 1995 e il 2013.

“A volte ad ascoltare alcuni dei burocrati della Commissione europea si ha sempre l’impressione di ascoltare “Beh, certamente, si tratta di aggiustamenti puramente tecnici, che poi si trasformano in soldi da pagare, no?” ha detto Cameron “Siamo degli stati membri di un’organizzazione, nella quale abbiamo investito e abbiamo tra gli stati un ruolo leader. E non è possibile ritrovarsi a dover pagare 2 miliardi di euro con un preavviso di 3 settimane. Non è un comportamento accettabile. L’Unione europea deve capire che se continua così, poi non può meravigliarsi che i suoi stati membri gli dicano: ora è tempo di cambiare”.

Oltre Londra, anche Roma dovrà corrispondere a Bruxelles 340 milioni di euro. Una somma sostanziosa, ma ragionevole rispetto a quella chiesta al Regno Unito.