ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone, lascia la ministra dell'Economia

Lettura in corso:

Giappone, lascia la ministra dell'Economia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Abenomics perde un pezzo. E non da poco. Yuko Obuchi, figlia di un ex premier e considerata futura contendente per la poltrona che fu del padre, ha lasciato quella di ministro dell’Economia, commercio e industria.

La 40enne ha deciso di lasciare l’incarico in seguito alle accuse, rivolte ai gruppi che la sostengono, di aver fatto uso scorretto di fondi pubblici.

“Lascio – ha detto – perché la politica economica ed energetica non può essere condizionata dai miei problemi”.

Obuchi è una delle cinque donne nominate dal presidente del consiglio Shinzo Abe, in un rimpasto di governo avvenuto due mesi fa. Una mossa che avrebbe dovuto incrementarne la popolarità e, invece, con questo episodio, rischia di rivelarsi un boomerang.

Non l’unico. Sulla graticola anche Midori Matsushima. La ministra della Giustizia è accusata dal Partito democratico, all’opposizione, di aver violato la legge elettorale, distribuendo ventagli di carta agli elettori.