ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giallo sottomarino nelle acque svedesi

Lettura in corso:

Giallo sottomarino nelle acque svedesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Caccia grossa nei fiordi di Stoccolma, “fino a quando sarà necessario”, dicono le autorità. Anche se non si sa esattamente a cosa. La marina del Paese scandinavo è da due giorni impegnata a rintracciare un mezzo intercettato tramite segnali radio, che non avrebbe dovuto essere nelle sue acque territoriali.

Le autorità confermano che l’operazione di intelligence prosegue, rimanendo vaghe sull’obiettivo.

“Potrebbe essere – ha affermato il contrammiraglio della Royal Swedish Navy Anders Grenstad – un grosso sottomarino o un piccolo sottomarino. Potrebbe essere un subacqueo con un subacqueo che utilizza qualche tipo di veicolo simile a un ciclomotore, potrebbero essere subacquei che non hanno nulla a che vedere con le nostre acque. Questo è il ventaglio delle possibilità”.

Sospettata numero uno è la Russia, per via della vicinanza dell’enclave di Kaliningrad dove è dispiegata gran parte della flotta russa del Baltico, con numerosi sottomarini.

Non nuova a incidenti diplomatici nell’area, Mosca però nega ogni responsabilità. C‘è, inoltre, chi afferma che i segnali intercettati fossero su frequenze tipicamente utilizzate da mezzi russi in difficoltà.