ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ebola in Liberia: oltre 2000 morti, la presidente chiede aiuto a tutte le nazioni

Lettura in corso:

Ebola in Liberia: oltre 2000 morti, la presidente chiede aiuto a tutte le nazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Ebola ha messo in ginocchio la Liberia, facendo oltre 2000 morti in poco più di sei mesi. Insieme a Sierra Lione e Guinea, questo è il Paese più colpito. La presidente liberiana Ellen Johnson ha chiesto, scrivendo una lettera alla stampa, la partecipazione di tutte le nazioni nella battaglia contro il virus che ha definito ‘‘senza confini’‘. Flagellata soprattutto l’Africa Occidentale: oltre 4mila e 500 i decessi nel mondo secondo le ultime stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

In Europa l’allerta resta massima: a Parigi ci sono stati i primi controlli all’aeroporto Charles de Gaulle. I primi screening medici sono stati effettuati sui passeggeri provenienti dalla Guinea. A eseguire esami sanitari negli aeroporti sono già Stati Uniti e Regno Unito.

Quest’ultimo ha, inoltre, schierato soldati nella lotta contro il virus, 750 militari britannici sono arrivati a Freetown, in Sierra Leone.

In prima linea contro l’Ebola c‘è Cuba che ha già inviato 165 operatori sanitari in Sierra Leone. 296 sono pronti per la Liberia e la Guinea. Lunedì all’Avana si terrà il primo vertice regionale sul virus per preparasi a una sua eventuale comparsa.