ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Nella piccola cittadina di Suruç in Turchia, il flusso dei profughi da Kobane fa triplicare la popolazione


Turchia

Nella piccola cittadina di Suruç in Turchia, il flusso dei profughi da Kobane fa triplicare la popolazione

La violenza di Kobane ha messo in fuga decine di migliaia di persone, molte delle quali sono arrivate in Turchia. Suruç si trova a una decina di chilometri dal confine. La sua popolazione – circa sessantamila persone – è triplicata.

Per aiutare i profughi, gli abitanti hanno infatti aperto le loro case, i loro depositi e anche le moschee. In una di queste alcuni bambini giocano su una bara, mentre i genitori pranzano.

I primi profughi sono arrivati quasi un mese fa e da allora il flusso è stato continuo. La situazione ha iniziato a preoccupare alcuni commercianti.

“Non si lavora. La nostra attività si è quasi fermata. Le persone si trovano in condizioni orribili”.

L’arrivo dei profughi ha sconvolto la vita di Suruç e così come questo proprietario di un negozio di generi alimentari, sono tante le persone che vorrebbero un ritorno alla normalità.

“Questa piccola e tranquilla cittadina che si trova a circa dieci chilometri da Kobane sul confine con la Siria sta vivendo un momento incredibile – dice il corrispondente di euronews Bora Bayraktar -. La popolazione locale è triplicata e gli abitanti vorrebbero tornare a una vita normale. Ma probabilmente dovranno attendere parecchio per questo”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Spagna, scandalo carte di credito: 3 mln euro per Rato, ex direttore Bankia