ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: la costruzione di una nuova vita dei rifugiati di Kobane

Lettura in corso:

Turchia: la costruzione di una nuova vita dei rifugiati di Kobane

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è chi in Turchia trova rifugio nei campi profughi o presso parenti, altri siriani fuggiti da Kobane si servono di case abbandonate per cambiare vita.
Hüseyin El Mustafa osserva gli scontri in Siria dall’altro lato della frontiera, nel villaggio di Musa Anter, come racconta il nostro corrispondente in Turchia.

Bora Bayraktar, euronews: “Vicino alla zona di guerra, la gente cerca di trovare un modo per vivere. Alcune famiglie siriane stanno riparando case abbandonate in piccoli villaggi per procurarsi un rifugio e cominciare una vita nuova”.

Assieme a moglie e nove figli, Hüseyin El Mustafa ha lasciato il suo villaggio vicino Kobane appena ha saputo che i miliziani dell’Isil stavano per arrivare. “Due miei familiari sono rimasti feriti. Uno dei nostri sta combattendo contro l’Isil a Kobane. E’ l’unico della famiglia rimasto laggiù. Un familiare ferito è in condizioni critiche, lo abbiamo ricoverato qui in Turchia”.

La questione dei curdi di Siria si allaccia al rapporto tra la Turchia e il Pkk. Ankara non intende intervenire a Kobane contro l’Isil e lunedì scorso ha bombardato alcune basi del partito dei lavoratori del Kurdistan sul proprio territorio. Questo potrebbe bloccare il processo di pace di Ankara con il Pkk, come ha minacciato il suo fondatore Ocalan.