ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Romania alle presidenziali fra dossieraggi e colpi bassi

Lettura in corso:

La Romania alle presidenziali fra dossieraggi e colpi bassi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 2 novembre si vota per le presidenziali in Romania e nel Paese fioriscono i dossieraggi contro gli avversari politici. Ha iniziato il presidente uscente Trajan Basescu che dopo due mandati non può ripresentarsi.

Basescu appoggia la candidata di centro-destra
Elena Udrea, che però secondo i sondaggi ha poche possibilità di arrivare al ballottaggio per il quale è invece favorito il candidato dei liberali Klaus Johannis.

Basescu ha attaccato il candidato socialdemocratico e attuale premier Viktor Ponta.

“Ponta è stato un officiale dei servizi segreti durante la
sua carica di procuratore tra il 1997 ed il 2001, ciò
rappresenta un fatto incostituzionale e giustifica anche la scalata politica da lui compiuta”, ha detto Basescu alla tv”. Un’accusa che se provata sarebbe però un reato visto che secondo costituzione è vietato svelare l’identità di un agente segreto rumeno. Ma questa campagna dai colpi bassi sembra appena agli inizi.