ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ebola. Usa: contagio infermiera dovuto a infrazione nella procedura

Lettura in corso:

Ebola. Usa: contagio infermiera dovuto a infrazione nella procedura

Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo caso di contagio da virus Ebola avvenuto sul suolo americano fa sorgere dubbi e polemiche sul protocollo applicato dal personale medico.

L’infermiera contagiata a Dallas aveva seguito le cure del paziente zero. Ora, ammettono le autorità sanitarie statunitensi, ulteriori casi di contagio in condizioni simili non sono da escludere.

“Sfortunatamente è possibile che nei giorni a venire emergano altri casi di Ebola. Questo perchè gli operatori sanitari che hanno avuto in cura la persona ora deceduta potrebbero aver infranto il protocollo in maniera analoga” ha detto il Dottor Tom Frieden Direttore del Centers for Disease Control (CDC).

Thomas Eric Duncan, cittadino liberiano, è deceduto lo scorso 8 ottobre. Il contagio era stato diagnosticato solo una volta arrivato in Texas dalla Liberia. Il Ministero della Sanità assicura che i protocolli funzionano ma che anche una singola infrazione può essere sufficiente a causare il contagio.

Ora il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha predisposto un’indagine approfondita immediata e la condivisione rapida delle conclusioni di tale indagine.

Intanto gli stessi interrogativi e polemiche circolano in Spagna dove si segue con apprensione la sorte di Teresa Romero, infermiera contagiata, così come per il caso di Dallas, durante le cure a uno dei due missionari poi deceduti. I medici del Carlos III di Madrid assicurano che le sue condizioni sono stabili, pur nel quadro della gravità di una malattia come Ebola.

Leggi anche

Ebola, la malattia che viene dall'Africa