ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

No al dialogo. Il rifiuto di Pechino rilancia la protesta di Hong Kong

Lettura in corso:

No al dialogo. Il rifiuto di Pechino rilancia la protesta di Hong Kong

Dimensioni di testo Aa Aa

Sedata dalle prove tecniche di dialogo, la mobilitazione degli studenti di Hong Kong torna a svegliarsi.

A rilanciarla il dietrofront del governo che, dopo le aperture ai manifestanti, si è ritirato dai negoziati con i leader della protesta.

““La Cina sta cambiando politica?”. Un esperto risponde”:http://it.euronews.com/2014/10/09/proteste-a-hong-kong-la-cina-sta-cambiando-politica/

La tendopoli sorta sulla Hartcourt Road Highway rivela la determinazione dei manifestanti a seguire l’appello a protrarre il braccio di ferro.

“Sembra che rifiutino qualsiasi dialogo – dice una di loro -. Siamo tanti però. E questo dimostra la nostra determinazione”.

Meno fiduciosi altri, che pur considerando minime le possibilità di vittoria, sostengono tuttavia necessario non abbassare la guardia. “Dobbiamo almeno provare a batterci – dice una giovane -. Continuare a farci sentire e tenere duro nel tempo”.

La protesta vista da Pechino. Parola agli esperti

Entrata nella sua terza settimana, la mobilitazione ha fatto registrare una nuova impennata venerdì, con decine di migliaia di persone in piazza.

Una maratona è stata simbolicamente organizzata per incoraggiare la lunga marcia degli studenti verso elezioni libere dall’ingerenza di Pechino.