ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ONU chiede collaborazione alla Turchia per salvare Kobane

Lettura in corso:

L'ONU chiede collaborazione alla Turchia per salvare Kobane

Dimensioni di testo Aa Aa

Le Nazioni Unite chiedono la collaborazione della Turchia per evitare un massacro a Kobane. Rivogendosi alle autorità di Ankara, a Ginevra l’inviato dell’ONU in Siria Staffan de Mistura ha detto di temere la ripetizione di uno scenario simile a quello di Srebrenica del 1995, rivogendosi alle autorità di Ankara:

“Facciamo appello alle autorità turche – ha detto – affinché permettano almeno il passaggio di volontari e del loro equipaggiamento per potere entrare nella città e contribuire a un’operazione di auto-difesa”.

In seguito all’offensiva dei fondamentalisti islamici, gran parte della popolazione di Kobane è fuggita dalla città – a maggioranza curda -, dove però restano tra le cinque e le settecento persone, principalmente anziane.

Pur avendo schierato carrarmati sul confine, la Turchia ha finora rifiutato di intervenire in assenza di un accordo con gli Stati Uniti e altri alleati riguardante il conflitto in Siria.

“La Turchia – ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan – non fa scelte di politica interna ed estera basandosi su atti violenti di terroristi e vagabondi”.

Gli eventi di Kobane hanno scatenato una violenta reazione in Turchia, dove i curdi accusano il governo di Erdogan di non fare nulla per evitare il massacro.

A sua volta il governo turco accusa i vertici curdi di mettere a repentaglio l’ordine pubblico e di minare il processo di pace in corso.