ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ebola. Secondo ricovero a Dallas. Avrebbe avuto contatti con Duncan

Lettura in corso:

Ebola. Secondo ricovero a Dallas. Avrebbe avuto contatti con Duncan

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarebbe un agente di polizia la seconda persona ricoverata all’ospedale di Dallas, negli Stati Uniti. Sarebbe entrato indirettamente in contatto con Thomas Duncan, il paziente “zero”, morto ieri dopo aver contratto il virus Ebola.

Le autorità di Frisco, in Texas, sottolineano che al momento il paziente resta sotto osservazione. “Inizialmente il paziente aveva riferito di essere stato nell’appartamento della persona morta di Ebola a Dallas e di aver avuto contatti con i membri della famiglia” ha detto Mark Piland, responsabile del pronto intervento di Frisco. “Vorrei sottolineare che al momento secondo le nostre informazioni non ha avuto contatti diretti con Thomas Duncan ma solo con i suoi parenti i quali erano stati all’interno dell’appartamento”.

Thomas Duncan, cittadino liberiano arrivato in Texas dal suo Paese via Bruxelles, era stato ricoverato il 28 settembre, primo caso di contagio da virus Ebola diagnosticato fuori dal continente africano.

Ora gli Stati Uniti hanno annunciato un incremento dei controlli sanitari e di sicurezza in 5 aeroporti: il JFK di New York, Newark nel New Jersey, Dulles a Washington e gli aeroporti internazionali di Atlanta e Chicago. Sono i più importanti scali per i voli interncontinentali in provenienza dai Paesi toccati dall’epidemia.