ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chicago: giovane sospettato di voler unirsi ai miliziani dell'ISIL rischia 15 anni di prigione

Lettura in corso:

Chicago: giovane sospettato di voler unirsi ai miliziani dell'ISIL rischia 15 anni di prigione

Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiama Mohammed Hamzah Khan e ha 19 anni. Sabato l’FBI lo ha fermato mentre tentava di imbarcarsi per Istanbul all’aeoporto di Chicago. È sospettato di essere uno dei giovani che in tutto il mondo stanno partendo per unirsi ai miliziani dell’autoproclamato Stato Islamico.

I genitori del ragazzo non hanno rilasciato dichiarazioni lunedì, dopo che il figlio è comparso davanti a una corte federale di Chicago.

Parlano invece i vicini della famiglia, che si dicono scioccati. In un quartiere come Bolingbrook, dichiara uno di loro, si sente al massimo parlare di furti o atti di vandalismo.

Un altro vicino racconta: “Non ho mai avuto problemi con quel ragazzo, era sempre gentile e sembrava provenire da una famiglia normale. Non voglio essere razzista né arrivare a facili conclusioni, ma non si può mai sapere”.

Nella casa del sospetto, che secondo la legge antiterrorismo statunitense rischia 15 anni di prigione, è stato trovato un messaggio in cui il giovane diceva di sentire l’obbligo di andare nei territori controllati dall’Isil e non pagare le tasse ad uno Stato che uccide i suoi fratelli musulmani.