ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'Opera di Budapest ha compiuto 130 anni


Cultura

L'Opera di Budapest ha compiuto 130 anni

Compie 130 anni l’Opera di Budapest, costruita a partire dal 1875 su progetto del famoso architetto ungherese Miklós Ybl. Venne inaugurata nel 1884. Allora Budapest rivaleggiava con Vienna in molti settori.

Il primo direttore della maestosa struttura è stato un grande nome della scena culturale magiara, Ferenc Erkel.

L’opera si trova nel sesto distretto e fronteggia l’ex sede del balletto di Budapest.

MIKLÓS BORSA, DIRETTORE TECNICO DELLOPERA DI STATO:
“Quando il teatro dell’opera di Budapest venne eretto, un teatro bruciò a Vienna. Il fuoco uccise 386 persone al Ringtheater. Molte norme di sicurezza antincendio vennero stabilite in Europa per evitare ulteriori disastri. Il Teatro dell’Opera di Budapest è stato il primo teatro con sipario tagliafuoco. C’erano altri accorgimenti antincendio. Inoltre la prima macchina scenica idraulica moderna del mondo è stata costruita qui, in sostituzione delle precedenti strutture di legno”.

Il monumentale lampadario dal peso di 3 tonnellate era stato disegnato da Ybl. Non c’era una fabbrica ungherese che potese realizzarlo. Venne costruito a Mainz (Germania). Funzionava a gas cosi’ non si spegneva del tutto fra gli intervalli e’ durante l’azione scenica restava un chiarore incantato.

MIKLÓS BORSA, DIRETTORE TECNICO DELLOPERA DI STATO: “Immaginiamo l’atmosfera romantica di quelle notti a teatro col chiarore del lampadario a gas. La luce del gas non è bianca. Così il bagliore si rifletteva sulla decorazione dorata delle pareti.
Attorno signore splendidamente vestite e i capitani degli ussari in divisa. Un’atmosefera che venne descritta da Alexandre Dumas nei suoi romanzi e che faceva parte della sofisticata vita sociale del XIX secolo”.

Miklos Ybl voleva costruire un palazzo in grado di rivaleggiare con i grandi teatri lirici d’Europa. Voleva un’imponente scala come quelle di Parigi, o stanze decorate come quelle del Teatro Bolshoi di Mosca, un elegante foyer come al Covent Garden di Londra (Royal Opera House) e le condizioni acustiche nitide come alla Scala di Milano.

GÁBOR ÁCS, EURONEWS
I turisti amano camminare sui tetti di Gaudí a Barcellona, perché ha progettato il décor per gli uccelli, narra la leggenda. Qui, a Budapest, si può dire lo stesso di Ybl, perché ha decorato le parti del tetto del Teatro dell’Opera, che sono invisibili dalla strada.”

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Quando il gioco si fa "serio"

learning world

Quando il gioco si fa "serio"