ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli indipendentisti invadono la Biennale di Tarragona

Lettura in corso:

Gli indipendentisti invadono la Biennale di Tarragona

Dimensioni di testo Aa Aa

In Spagna l’infuocato dibattito sul referendum per l’indipendenza della Catalogna ha catalizzato l’attenzione anche del tradizionale concorso delle costruzioni di torri umane a Tarragona. Quest’anno la 25esima edizione della Biennale è stata una delle più spettacolari. Dove però accanto alle classiche “sculture” umane, sono scesi in piazza il popolo indipendentista e lo stesso presidente catalano Artur Mas.

“Il vero problema sulla legittimità del voto in Catalogna è che ormai è un problema di volontà politica; il premier ha detto chiaramente che non si può votare, il governo non vuole, ecco perchè il problema è uno solo: non vogliono che si voti”, ha dichiarato Mas.

Non si dà per vinta l’Assemblea Nazionale catalana nonostante Il voto convocato per il 9 novembre sia stato sospeso dalla Corte Costituzionale. “Tutti vogliono andare al voto, vogliono proseguire sulla strada intrapresa, anche la società civile, come è stato dimostrato l’11 settembre Giornata Nazionale della Catalogna, noi siamo qui per ribadirlo”, ha fatto sapere il Presidente dell’Assemblea.

Dal canto suo il premier spagnolo Rajoy ha ribadito che il referendum, oltre a ferire la democrazia, divide i catalani e li allontana dalla Spagna e dal resto d’Europa. Prosegue dunque il braccio di ferro tra Madrid e Barcellona. Il Presidente catalano Mas ha fatto sapere di essere per l’unità politica e sociale ma, per ora, non intende cedere.