ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ebola: la piaga dei corpi abbandonati in Sierra Leone

Lettura in corso:

Ebola: la piaga dei corpi abbandonati in Sierra Leone

Dimensioni di testo Aa Aa

La velocità della diffusione di Ebola in Africa occidentale desta preoccupazione, e i mezzi per combatterla sembrano non essere adeguati.

In Sierra Leone – dove il virus colpisce a un ritmo di cinque persone all’ora – il corpo di una giovane vittima è rimasto in stato di abbandono per quattro giorni in una località della capitale Freetown, prima che gli operatori sanitari venissero a raccoglierlo.

“Hanno detto di stare arrivando, questo martedì – dice Eliijah Moses Ashi della polizia -. Ho chiamato ancora ieri, ho chiamato mercoledì, oggi ho chiamato ancora una volta. Abbiamo chiamato stamattina perché avevamo saputo che gli abitanti di questo villaggio avevano intenzione di bloccare l’autostrada”.

Il virus non risparmia nemmeno gli operatori sanitari. Per questo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sta cercando di fare tutto il possibile per addestrarli al meglio.

Nella regione sono già oltre duecento quelli morti a causa di Ebola, che in Africa occidentale ha già ucciso quasi 3.450 persone, secondo le ultime stime delle Nazioni Unite.