ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ebola: un cameraman statunitense positivo al virus

Lettura in corso:

Ebola: un cameraman statunitense positivo al virus

Dimensioni di testo Aa Aa

Un cameraman statunitense è risultato positivo al test dell’Ebola. Lavorava in Liberia da tre anni per media americani e ne è stato stabilito il rimpatrio per ricevere cure mediche.

La notizia segue quella del primo caso di virus sul suolo degli Stati Uniti, quello di Thomas Duncan, di nazionalità liberiana, cui è stato diagnosticato il virus a Dallas.

Le autorità texane stanno monitorando la situazione. “La sola persona che mostra i sintomi è il signor Duncan, che si trova in ospedale – dice il giudice Clay Jenkins della contea di Dallas -. Nessuno di coloro che sono stati vicino a Duncan mostra alcun segno di aver contratto il virus”.

“Credo siate già al corrente della lista di circa cento nomi di contatti o potenziali contatti – spiega David Daigle del centro per il controllo e la prevenzione delle malattie -. Da questa potremo iniziare il processo di tracciamento”.

Duncan dovrà ora rispondere in sede penale, dopo che le autorità liberiane lo hanno denunciato per avere mentito sotto giuramento nel questionario sanitario relativo a Ebola. L’uomo avrebbe accompagnato un parente malato in una clinica.