ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cameron in Afghanistan, visita a sorpresa al neopresidente Ghani

Lettura in corso:

Cameron in Afghanistan, visita a sorpresa al neopresidente Ghani

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima visita di uno statista straniero dall’elezione del presidente afghano Ashraf Ghani, avvenuta il 21 settembre. Si tratta del britannico David Cameron, giunto a sorpresa a Kabul. Premier di quel Regno Unito che è stato tra i Paesi impegnati, dal 2001 a oggi, nelle operazioni che hanno portato, ra l’altro, alla fine del potere talebano.

Londra ha mantenuto un contingente militare in ambito Isaf secondo solo a quello degli Stati Uniti, perdendo 453 uomini, gli ultimi cinque in un attentato del 26 aprile scorso.

“Questo è un mondo difficile, instabile e pericoloso” ha detto durante la conferenza stampa. “Ma penso che forze afgane ben addestrate, con un governo di unità nazionale e col continuo impegno da parte del Regno Unito e del resto della comunità internazionale, ci rende sicuri che questo Paese non tornerà a essere il paradiso del terrorismo, motivo che ci costrinse a venire qui”.

Cameron ha concluso affermando che obiettivo comune è avere un Afghanistan “più sicuro, stabile e prospero”, ricordando i “grandi progressi” fatti negli ultimi anni e affermando che “il popolo merita un governo efficace e legittimo che possa costruire un futuro migliore per le sue famiglie”.

Il primo ministro britannico ha assicurato che la fine della missione Isaf, prevista al termine del 2014, non significherà un disimpegno da parte britamnnica: proseguirà l’addestramento delle truppe afghane.