ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

FireChat, l'app per chattare offline esplode con la rivolta di Hong Kong

Lettura in corso:

FireChat, l'app per chattare offline esplode con la rivolta di Hong Kong

Dimensioni di testo Aa Aa

Era stata creata per i concerti. Per quelle situazioni in cui tante persone sono concentrate in un’area senza Rete. E invece FireChat è diventata lo strumento principale delle proteste pro-democrazia ad Hong Kong.

Il governo spegne Internet? C‘è un sovraccarico? Nessun problema: questa applicazione per iPhone ed Android sfrutta le capacità wi-fi e bluetooth dei telefoni per trasformarli in walkie-talkie e inviare messaggi offline. “La vogliamo mantenere gratuita”, dicono i creatori di Open Garden.

E riguardo al tema della monetizzazione spiegano: “L’app permette un utilizzo inedito del telefono. Quando non è connesso alla rete cellulare o a un hotspot wi-fi, può ora connettersi ad un dispositivo o a qualcuno nei dintorni. In tal caso, qualsiasi momento di monetizzazione succeda, ad esempio una pubblicità che appare o un acquisto di app, noi incassiamo una percentuale”.

Molto popolare durante la “protesta dei girasoli” a Taiwan, ad Hong Kong l’applicazione ha fatto un salto di qualità: in un solo weekend è stata scaricata più di 100 mila volte. Per ora i messaggi sono pubblici, avverte l’azienda, la quale sta lavorando sulla crittografia.