ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ebola: Unicef, oltre 3700 bambini rimasti orfani

Lettura in corso:

Ebola: Unicef, oltre 3700 bambini rimasti orfani

Dimensioni di testo Aa Aa

Orfani o abbandonati: il virus ebola si ripercuote particolamente sui bambini. L’Unicef ha lanciato l’allarme: in Liberia, Guinea e Sierra Leone sono almeno 3700 i minori che hanno perso uno o entrambi i genitori. La paura del contagio inoltre provoca sempre più casi di abbandono di bambini, sottolinea l’agenzia dell’Onu per l’infanzia.

Circa un sesto dei morti per ebola sono bambini, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Per strada sono stati allestiti punti per la distribuzione di acqua proprio per i più piccoli, visto che sono particolamente esposti al virus, come spiega la responsabile di un’associazione che fornisce aiuto all’infanzia.

Zainab Tunkara Clarkson, membro dell’ong “Murray Tong Pikin”: “I bambini sono abituati a giocare all’aperto. Si toccano, si abbracciano, anche se diciamo loro, evitate il contatto, non giocate a calcio. Ma lo fanno tutti i giorni,quindi occorre educarli”.

L’istruzione è un altro problema visto che in Sierra Leone e Liberia molte scuole restano chiuse. In Sierra Leone il governo ha lanciato un programma radiofonico di lezioni scolastiche.

Brima Michael, vice-direttore del progetto di trasmissioni per la scuola al ministero dell’Istruzione: “Abbiamo perso oltre 22 insegnanti a causa del virus Ebola. Quindi come si può immaginare, se avessimo lasciato aperte le scuole questi docenti avrebbero interagito con gli studenti e Dio solo lo sa quanti ragazzi per questo avrebbero contratto la malattia. Per questo abbiamo chiuso le scuole”.

Ma la maggior parte dei bambini resta senza cure, denuncia l’Unicef che esorta a impiegare maggiori risorse. Finora ha ricevuto soltanto un quarto dei 200 milioni di dollari che ha chiesto per poter assistere bambini e famiglie.