ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hong Kong ritira le truppe antisommossa. Prima vittoria per Occupy Central

Lettura in corso:

Hong Kong ritira le truppe antisommossa. Prima vittoria per Occupy Central

Dimensioni di testo Aa Aa

Ad Hong Kong i manifestanti di Occupy Central hanno incassato una prima vittoria, anche se minima. Dopo la minaccia di far intervenire l’esercito, il governo locale ha deciso di ritirare le truppe antisommossa. La notte di repressione è passata ed ora si respira un’atmosfera calma ma carica di tensione. Il governo locale forse anche per tranquillizzare i mercati finanziari, ha scelto per il momento di evitare il pugno di ferro.

“Chiedo a tutti coloro che stanno bloccando le strade – dice Leung Chun-Ying, governatore locale – di andarsene al più presto in modo pacifico per non pregiudicare il traffico e il regolare svogimento delle attività nella città. E chiedo anche agli organizzatori di Occupy Central, di fermare la loro occupazione per il bene del nostro paese”.

Ma i manifestanti dell’ex colonia britannica per ora proseguono la protesta con uno spirito di disobbedienza civile. A sostenerli migliaia di persone.

“In moltissimi qui – dice Chan Kin-man, uno dei leader del movimento – hanno scandito insieme a noi slogan per chiedere una reale democrazia ed elezioni libere. Ed è questo l’obiettivo del nostro movimento. Siamo molto contenti del sostegno che abbiamo”

Scesi in strada contro il tentativo di controllo da parte del governo centrale di Pechino, i manifestanti chiedono ora le dimissioni del governatore locale che ha dato l’ordine di intervenire nella piazza occupata con gas lacrimogeni e cariche. Decisi a liberarsi dal giogo cinese, Occupy Central punta verso una nuova primavera nella regione.