ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Musulmani francesi contro l'Isil

Lettura in corso:

Musulmani francesi contro l'Isil

Dimensioni di testo Aa Aa

Davanti alla Grande moschea di Parigi, centinaia di musulmani, ma anche cristiani ed ebrei, hanno commemorato Hervé Gourdel, l’ostaggio francese assassinato dall’Isil in Algeria.
Il messaggio della manifestazione è stato di condanna di qualsiasi estremismo e l’affermazione che certi atti terroristici non hanno nulla a che fare con la religione.
“Quando vediamo questi pazzi che decapitano le persone, è chiaro che ci mettiamo contro di loro – dice Zained Ouennoughi -. Non si può non reagire. Non ne possiamo più, non è questione d’essere francesi, o musulmani o di altre religioni. In nome dell’umanità, non possiamo accettarlo”.
“Sono qui per denunciare quello che è successo in Algeria – aggiunge Nourredine Boudoukha -. Non è per nulla un atto musulmano, lo dico sinceramente. Quelli non sono musulmani. Sono solo banditi che vogliono arricchirsi. E’ un atto di barbarie che tutti gli algerini condannano”.
Le bandiere sono a mezz’asta sugli edifici pubblici, in segno di lutto per l’assassinio dell’escursionista francese. Rinforzate le misure di sicurezza nelle stazioni, dopo la minaccia, peraltro smentita da Parigi, di possibili attentati nella metropolitana.