ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La vita a Raqqa sotto le leggi dell'Isil filmata da una donna con una telecamera nascosta

Lettura in corso:

La vita a Raqqa sotto le leggi dell'Isil filmata da una donna con una telecamera nascosta

Dimensioni di testo Aa Aa

La vita nelle strade di Raqqa, da marzo la roccaforte dell’Isil, nel nord della Siria, a 100 chilometri da Aleppo, è mostrata da un video girato da una studentessa siriana a marzo. Le immagini, comprate da una televisione francese e diffuse solo ora, sono state girate da una telecamera nascosta sotto il niqab, il velo nero che copre obbligatoriamente tutte le donne che vivono qui.

A essere raccontata è la quotidianità sotto il ‘‘Califfato islamico’‘, dopo che gli uomini di al-Baghdadi hanno preso il controllo della città eleggendola come loro capitale.
Bandiere nere, niente musica, ovunque ci sono uomini barbuti e armati, le donne sono tutte coperte dal velo integrale, una di loro imbraccia un kalashnikov mentre porta suo figlio al parco giochi.

Il ritratto è quello di una città sottomessa ai precetti dell’Islam più radicale, leggi oppressive e oscurantiste da ricordare quelle imposte dai talebani afghani. Il video, se autentico, rappresenta una delle rare testimonianze filmate provenienti dalla città.