ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hollande, "determinazione totale" contro ISIL

Lettura in corso:

Hollande, "determinazione totale" contro ISIL

Dimensioni di testo Aa Aa

La stampa è unanime all’indomani del “vile assassinio programmato” dell’ostaggio francese in Algeria, Hervé Gourdel.
Una barbarie annunciata e vergognosa. Tutta la Francia si prepara a giornate di lutto e marce di solidarietà.

Martine Adamczyk, passante: “Penso che sia vile. Vile e vergognoso, non va bene che esistano questo genere di cose e che si permettano”.

Nel paesino di Saint-Martin-Vésubie, sulle Alpi-Marittime, dove la guida alpina lavorava, il sindaco Henri Giuge, ha organizzato una fiaccolata in memoria di Hervé Gourdel di 55 anni, che ha trovato la morte in Algeria dove era andato per fare trekking.

Bernard Cazeneuve, ministro dell’Interno francese: “No, la Francia non è spaventata perché non deve esserlo. La paura è un sentimento che i terroristi vogliono instillare e se la paura si impadronisce di noi sancirà la loro vittoria”.

Tutta la Francia è unita in questa battaglia contro il terrorismo. Il presidente francese, che oggi riunisce il Consiglio di difesa a Parigi, invita a non cedere.

Francoise Hollande, presidente francese: “La mia determinazione è totale e questa aggressione l’ha rafforzata. Continueremo a combattere il terrorismo, ovunque si trovi”.

Mentre la Francia è in lutto, è il presidente americano Barack Obama a chiedere al mondo intero di unirsi in questa che definisce non come una guerra contro l’Islam, ma contro il male.