ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Jimi: All is by side, quando Hendrix non era leggenda

Lettura in corso:

Jimi: All is by side, quando Hendrix non era leggenda

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo scenografo premio Oscar, John Ridley, debutta alla regia con una controversa biografia.

Jimi: All Is By My Side ripercorre un anno della vita di Jimi Hendrix, tra il 1966 e il 1967, quando il chitarrista allora sconosciuto lasciava il Cheetah Club di New York per cercare fortuna a Londra.

IL leggendario musicista, scomparso nel 1970 a soli 27 anni, è interpretato dal cantante hip hop americano Andrè Benjiamin, in arte Andrè 3000, presente all’anteprima del film a Los Angeles: “Hendrix non voleva neanche cantare. Non voleva essere il frontman di un gruppo. Non gli piaceva neanche la sua voce. Dunque nel film vediamo una persona, un essere umano che cresce come chitarrista di talento, con le persone attorno a lui che gli danno sostegno. Gli dicono “devi dare di più” e così lui diventa l’Hendrix che noi tutti conosciamo e amiamo.” dice Benjamin.

Il film include anche le due donne Linda Keith (Imogen Poots) e Kathy Etchingham (Hayley Atwell) che con un mix di amore, persistenza e anche bullismo aiutarono Hendrix a sfondare nel Regno Unito.

Benjamin però confessa di averlo conosciuto piuttosto tardi: “I primi ricordi che ho di Hendrix sono legati ad Apocalypse Now. Penso di essere stato alla fine dei miei 20 anni, no all’inizio. Stavo guardando il film e c‘èra la scena del’elicottero e “All Along the Watchover”. E’ stato il mio primo Hendrix.”

Il film non include le canzoni scritte da Hendrix, negate dall’agenzia di famiglia, Experience Hendrix LLC

Il regista John Ridley la descrive come una delle storie meno raccontate della storia del rock, Jimi: All is by my side, distribuito da I Wonder Pictures è uscito in Italia il 18 Settembre battendo le sale americane dove il film arriverà il 26 settembre.