ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intruso alla Casa Bianca: polemica su sicurezza Obama

Lettura in corso:

Intruso alla Casa Bianca: polemica su sicurezza Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha rappresentato un pericolo concreto per il Presidente. Questo il commento del procuratore durante la comparizione davanti alla Corte Federale degli Stati Uniti di Omar José Gonzales, veterano originario del Texas che venerdì si è introdotto all’interno del cortile della Casa Bianca. Rischia 10 anni di prigione non solo per aver saltato oltre la cancellata ma anche perchè nella sua auto sono stati trovati munizioni, un machete, due accette.

Al momento dell’accaduto Barack Obama, la first lady Michelle e le figlie erano già a bordo dell’elicottero che li avrebbe portati a Camp David per il fine settimana. L’interessato ha gettato acqua sul fuoco:

“Il Secret Service fa un gran lavoro. Sono grato per i sacrifici che fanno per la sicurezza mia e della mia famiglia” ha dichiarato Barack Obama.

Se questi elementi non bastassero ad alimentare le polemiche sulla sicurezza della residenza del Capo dello Stato si aggiungono i precedenti: Gonzales era stato fermato già in luglio in possesso di un fucile di precisione e di una mappa di Washington e ancora in agosto mentre si aggirava attorno alla Casa Bianca con un’ascia.