ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Corner: nel segno di Juve e Ronaldo, ma in Kazakistan accade che...

Lettura in corso:

The Corner: nel segno di Juve e Ronaldo, ma in Kazakistan accade che...

Dimensioni di testo Aa Aa

Bentornati a “The Corner”, il nostro incontro settimanale sul mondo del calcio.

Nella partita che ha visto di fronte i più agguerriti contendenti al titolo in Premier League, protagonista Frank Lampard, ex bandiera del Chelsea, che segna il gol del pareggio proprio contro la sua vecchia squadra all’Etihad Stadium.

E in Italia c’era un altro uomo che si è scontrato contro il recente passato: a San Siro, il neoallenatore della Juve, Massimiliano Allegri, guadagna una vittoria contro il Milan che lo ha licenziato nello scorso gennaio.

Manchester City-Chelsea 1-1

Ben 13 anni di Chelsea, per un totale di 648 gare e 211 gol, archiviati in 7 minuti.

“Blues” avanti nel big match al minuto 26 della ripresa grazie a una marcatura a firma di Schürrle, poi tra le fila dei locali entra Lampard, già leggenda degli ospiti, al posto di Kolarov e coi suoi ridotti in 10.

Ebbene, a 5 dal termine è proprio lui ad impattare, vendicando così il polemico addio di quest’estate.

Milan – Juventus 0-1

Sembrano condurre un campionato a parte anche quest’anno Juve e Roma: i bianconeri non arrestano la propria corsa neppure in trasferta contro il Milan, in un match da amarcord per Allegri, la cui banda sbanca “San Siro” grazie all’ennesimo sigillo di Tevez.

Quest’ultimo, nella ripresa, decide le sorti di un incontro equilibrato, ma che ha visto gli ospiti tenere le redini del gioco con costanza e lucidità.

++++++++++++++

We Might Be Wrong

Sappiamo tutti che il calcio è divertimento e imprevedibilità.

Tuttavia, proveremo ancora a dare pronostici: stavolta, le gare di riferimento si disputano in Spagna, Inghilterra e Germania.

Non dimenticate, inoltre, di fornirci le vostre previsioni tramite i social network, utilizzando l’hashtag #TheCornerScores.

Per la redazione sportiva, il Real Madrid seppellirà il malcapitato Elche sotto una valanga di reti: risultato finale, 5-0.

Maggiore equilibrio nella sfida britannica tra Liverpool ed Everton, alla fine potrebbe scapparci il pareggio con reti, 1-1.

Infine, il Borussia Dortmund, che dopo la disfatta patita nell’ultimo match dovrebbe rivalersi sullo Stoccarda, pur col minimo scarto, 2-1.

++++++++++++++

Up & Down

Nel calcio, le cose non vanno sempre bene per tutti: ora, in ‘’ Up and Down”, vedremo chI sono i protagonisti, in positivo e negativo, della settimana.

Cristiano Ronaldo

Una rete al Basilea, 3 a La Coruna: continua a segnare senza sosta, Ronaldo.

In Champions è arrivato a quota 69, a sole 2 lunghezze dal record detenuto da un’altra grande leggenda madridista, Raul.

Yacine Brahimi

La prima serata di Champions difficilmente verrà dimenticata da Yacine Brahimi, attaccante del Porto, autore di una tripletta al Bate Borisov nel 6-0 conclusivo.

Tra i predecessori dell’algerino, anche Vincenzo Iaquinta, che nel 2005, in forza all’Udinese, siglò 3 reti al Panathinaikos.

Louis Van Gaal

Va abbondantemente verso il basso, invece, il tecnico del Manchester United, Van Gaal.

A quanto pare, 150 milioni di euro, spesi durante il mercato estivo, non sono bastati a fare dei “Red Devils” la squadra schiacciasassi che era nelle previsioni: ultima delle figuracce, la sconfitta per 5-3 contro la matricola Leicester.

+++++++++++++

On This Day

Il 22 settembre di 64 anni fa è stato un giorno cruciale per la storia del calcio tedesco: torniamo indietro all’anno 1950 per vedere cosa accadde.

  • 22 settembre 1950*

In quella data, la FIFA ripristinò, anche se solo per i territori della Germania occidentale, la Federazione calcistica tedesca, o Deutscher Fußball-Bund, fondata nel 1900 ma dissolta 40 anni dopo, durante la seconda guerra mondiale.

Per intercessione di Svizzera e Inghilterra, la FIFA accolse di revocare il veto, consentendo quindi ai teutonici disputa e vittoria nella Coppa del Mondo del ’54.

+++++++++++++

Bloopers

Continuiamo a proporre video di calcio estremamente divertenti: ricordate che anche voi potete inviarci i vostri, attraverso l’hashtag #TheCornerBloopers.

Solo in Kazakistan?

Condizioni surreali durante una partita di calcio ufficiale? Chissà!

Magari su qualche campetto di periferia è successo pure da noi: fatto sta che pare di assistere alla famigerata partita in un film di “Fantozzi”.

Si gioca in Kazakistan: fino alla tre/quarti tutto ok, ma guardate in che condizioni è il manto erboso, si fa per dire, nei pressi della bandierina del calcio d’angolo…

Si segna qui: i tifosi del Magdeburgo

Quanto a folcklore, in Germania talvolta manco si scherza: ecco cosa si sono inventati i tifosi del Magdeburgo, una coreografia spassosissima per dare giuste indicazioni ai propri giocatori, che nella gara contro il Berliner AK 07 si avviavano a materializzare la sesta partita consecutiva senza segnare un solo gol.

Per la serie: “La porta è da questa parte, seguire la freccia!”.

A titolo di cronaca, il Magdeburgo ha perso la sfida 2-1, ma almeno le indicazioni sono servite!

+++++++++++

Bene, anche per oggi è tutto: “The Corner” tornerà lunedi prossimo, per un altro giro nel mondo del calcio internazionale.