ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Napoleone: asta record per il contratto di nozze con Giuseppina Bonaparte

Lettura in corso:

Napoleone: asta record per il contratto di nozze con Giuseppina Bonaparte

Dimensioni di testo Aa Aa

Un matrimonio costato caro. Ma non agli sposi. Il museo di Lettere e Manoscritti di Parigi ha sborsato 437.500€ (compresi i costi di transazione) per aggiudicarsi all’asta il contratto di matrimonio tra Napoleone e Giuseppina Bonaparte.

Parito da una base d’asta di 60mila euro, il manoscritto – parte di una collezione di epoca napoleaonica messa in vendita domenica 21 settembre a Rueil-Malmaison in Francia – è salito rapidamente di prezzo, fino a raggiungere la cifra record.

Il documento, appartenente ad un privato, è la copia personale di Giuseppina. La data del timbro rimanda al 18 ventoso 1796, l’8 marzo, circa un mese dopo aver celebrato le nozze, in presenza dei notai Maurice Jean Raguideau De La Fosse e Etienne Gabriel Jousset e del futuro generale conte Jean-Leonor-François Le Marois, all’epoca compagno di battaglia di Napoleone.

Il matrimonio fu annullato nel 1810, dopo che la coppia non è riuscì ad avere figli.

Il documento rivela, oltre alla separazione dei beni, come Giuseppina avesse astutamente mancato di dichiarare tutti i suoi averi e anche parte dei propri anni.

“È un atto che rispecchia il loro amore, la loro unione – dice la curatrice della casa d’aste Osenat – L’unione fra due dei personaggi più leggendari della storia. Tutti parlano di Napoleone e dell’Imperatrice Giuseppina”.

Il Museo di Lettere e Manoscritti di Parigi si è aggiudicato anche l’ordine di arresto per tradimento e l’ordine di rilascio di Napoleone, datati 9 e 20 agosto 1794 per altri 118.750 euro.