ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tregua a rischio nel Donbass, almeno 6 vittime

Lettura in corso:

Tregua a rischio nel Donbass, almeno 6 vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

La tregua che non è una tregua. Nell’Est dell’Ucraina è stato violato il cessate il fuoco in prossimità dell’aeroporto di Donetsk, bastione dell’esercito di Kiev nel cuore dell’area controllata dagli indipendentisti. I responsabili della missione dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Osce) sono rimasti illesi dopo essersi trovati in mezzo ai combattimenti:

“È un compito complicato, quasi impossibile quello di determinare da quale campo sia venuto il fuoco, ma là dove sarà possibile indichiamo da dove siano venuti i colpi d’artiglieria” ha spiegato Alexander Hug, responsabile della missione Osce.

Secondo le autorità di Donetsk negli scontri di ieri, a 10 giorni dalla tregua sancita a Minsk, hanno perso la vita almeno 6 residenti, tra cui una donna, della città del Donbass.

“La missione dell’Osce è finita sotto il fuoco incrociato delle nostre unità e delle loro” dice Alexander Zakharchenko Primo Ministro dell’autoproclamata Repubblica di Donestsk. “Anche se non eravamo al corrente che avrebbe viaggiato in quella zona la missione Osce ha deciso di muoversi da sola. Ho già spiegato oggi che qui non siamo in Europa dove la guerra si adegua all’agenda, si mangia, poi si dorme e poi si ricomincia a sparare. Qui c‘è una guerra civile, non ci sono regole nè tempistiche, non combattiamo come fanno in Europa”.

Intanto la pressione della Nato aumenta nella regione occidentale dell’Ucraina dove sono cominciate una serie di manovre militari che coinvolgono 15 Paesi, Stati Uniti in primis.