ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ritorno tra i banchi di scuola per migliaia di studenti di Gaza City e di Damasco

Lettura in corso:

Ritorno tra i banchi di scuola per migliaia di studenti di Gaza City e di Damasco

Dimensioni di testo Aa Aa

Inizia un nuovo anno scolastico per gli studenti di Gaza. Cinquecentomila gli alunni a tornare tra i banchi di scuola.Pochissimi gli istituti di Gaza City e Khan Younis a non aver subìto danni durante l’operazione “Margine protettivo” e ancora meno quelli ricostruiti. Le nuove classi ospiteranno fino a sessanta alunni. Molti dei quali hanno perso amici, familiari e spesso la propria casa.

Diciassette gli istituti delle Nazioni Unite a essere ancora inagibili.
“Non desidero altro se non vedere le scuole allontanarsi dalle immagini di dolore e sofferenza e tornare a essere luoghi di speranza e apprendimento” ha dichiarato Pierre Krahenbuhl, Commissario Generale dell’Agenzia Onu per i Rifugiati Palestinesi (UNRWA).

Primo giorno di scuola anche per gli studenti di Damasco, in Siria. Dove il ministero ha impartito corsi speciali agli insegnanti preparandoli ad affrontare crisi, emergenze e al sostegno psicologico degli alunni.

“Io sono di Homs. Ma sono partito quattro anni perché la mia scuola è stata distrutta” spiega uno studente siriano “Quindi mi sono iscritto qui perché voglio studiare per diventare ingegnere”. “Io voglio andare a scuola tutti i giorni. La mattina, la sera, d’estate, d’inverno e anche in autunno. E anche se c‘è il sole o se nevica. Voglio andarci sempre….perché è bellissimo” spiega un altro giovane studente di Damasco.

In appena un anno sono stati oltre 800 i bambini siriani uccisi e quattro mila le scuole distrutte dai bombardamenti dell’esercito siriano, soprattutto nei pressi di Aleppo e Raqa, l’una in mano ai ribelli e l’altra dei miliziani dello Stato Islamico.