ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Perù dichiara guerra al narcotraffico

Lettura in corso:

Il Perù dichiara guerra al narcotraffico

Dimensioni di testo Aa Aa

Stato d’emergenza nell’Amazzonia peruviana contro il narcotraffico. Il governo di Lima ha alzato il livello della lotta al contrabbando di cocaina, di cui il Perù è tra i principali produttori al mondo. Per due mesi nella Regione del Loreto, dove si trovano le rotte del narcotraffico, saranno sospese le leggi costituzionali.

Il Perù spera, in questo modo, di riportare sotto il controllo centrale un’area oggi terra di nessuno. 300 le tonnellate di cocaina trasportate dal Perù alla Bolivia fino a raggiungere il Brasile e poi gli Stati Uniti. Per colpire il narcotraffico Lima punta a distruggere le piste d’atterraggio improvvisate costruite nel mezzo dell’Amazzonia dagli stessi abitanti dei villaggi a libro paga dei trafficanti. 37 su 58 piste d’atterraggio identificate sarebbero già state danneggiate da forti esplosioni e rese inaccessabili dall’esercito peruviano.