ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Catalogna invidia la Scozia: due regioni, uno stesso obiettivo

Lettura in corso:

La Catalogna invidia la Scozia: due regioni, uno stesso obiettivo

Dimensioni di testo Aa Aa

La Catalogna guarda con invidia la Scozia. Lo scorso 11 settembre 1 milione e 800mila persone sono scese in piazza a Barcellona per chiedere l’indipendenza da Madrid. Le speranze sono rivolte a Edimburgo che decide del suo destino con il beneplacito di Londra.

La Catalogna ha vissuto la sua ‘Diada’ più secessionista per accelerare sul referendum per l’indipendenza del 9 novembre che però non viene riconosciuto dal governo centrale.

L’esecutivo conservatore di Mariano Rajoy giudica illegale la consultazione e ha già previsto di ricorrere alla Corte costituzionale per sospendere la campagna referendaria.

Ma il presidente catalano, Artur Mas, sostenuto da quel mosaico umano di 11 chilometri che ha invaso la Gran Via, equipara le sue istanze a quelle scozzesi: “La mia domanda è: ‘La Catalogna è una nazione?’ Sì, è una nazione – ha detto Mas in una conferenza riservata alla stampa internazionale – Quindi, se il popolo scozzese ha il diritto di decidere del proprio futuro, perché non il popolo catalano?”

Ecco la grande differenza tra Catalogna e in Scozia: Madrid rifiuta qualsiasi trattativa, Londra è d’accordo. Rajoy chiude la porta all’indipendenza, Cameron si è impegnato a rispettare la scelta della Scozia. Stesse richieste, ma contesti molto diversi.

La questione identitaria è molto più forte in Catalogna – il catalano è la lingua ufficiale – che in Scozia, nonostante la retorica del ‘First minister’, Alex Salmond: “Abbiamo l’occasione della vita per mettere il futuro della Scozia nelle mani della Scozia, sempre più persone stanno dicendo ‘sì’. Sì, perché avremo il potere di creare i posti di lavoro di cui abbiamo bisogno per costruire un paese più prospero. Sì, perché avremo il controllo della spesa per proteggere il nostro servizio sanitario pubblico. Sì, perché dobbiamo, dobbiamo assolutamente sfruttare tutto il talento del popolo scozzese”.

Diverso anche il peso economico. La maggior parte delle riserve di petrolio del Mare del Nord sono in acque scozzesi, ma la Scozia rappresenta solo il 10% del Pil del Regno Unito. La Catalogna è la regione più ricca della Spagna: rappresenta il 19% del Pil spagnolo e il 25% delle sue esportazioni.

La Catalogna ha ottenuto l’autonomia nel 1980. La Scozia nel 1999 con il ripristino dei parlamenti autonomi. Hanno ampie competenze in materia di sanità, istruzione e servizi sociali, ma una sostanziale differenza su tutte: gli scozzesi decidono del loro futuro, i catalani no.