ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Festival del Film di Toronto tra genio e truffa

Lettura in corso:

Festival del Film di Toronto tra genio e truffa

Dimensioni di testo Aa Aa

“The Theory of Everything” racconta la vita del fisico teorico Stephen Hawking. Il dramma biografico è ispirato al libro di memorie della prima moglie Jane, incontrata all’Università di Cambridge.

La diagnosi di sclerosi laterale amiotrofica avvenne quando Hawking aveva appena 21 anni. Allora, i medici gli diedero un’aspettativa di vita di due anni.

Il regista è James Marsh che ha vinto l’Oscar per il documentario “Man on Wire” sull’avventura del funambolo francese Philippe Petit e la sua passeggiata tra le torri gemelle del World Trade Center di New York nel 1974.

Eddie Redmayne, attore: “É un lavoro ricco di passione. La famiglia di Hawking ci ha portato dentro la loro vita e ci ha trattato in modo talmente gentile che desideravamo tutti rendere omaggio alla loro storia, parlare della vivacità di Steven e di Jane, e del loro umorismo”.

Felicity Jones, attrice: “Spero che piaccia alla gente. Nel film c‘è sempre come una sensazione di impotenza, di non poter fare nulla. Sarebbe interessante capire cosa ne pensa il pubblico.

Il film sulla vita del genio britannico Stephen Hawking e la prima moglie sarà nelle sale da novembre.

Un’altra prima mondiale al Toronto Film Festival è “The Drop” che racconta la storia di un barista di Brooklyn, il cui bar è ritrovo di pericolosi furfanti, dove avvengono consegne di denaro sporco e lui stesso si ritrova coinvolto tra polizia e una gang di mafiosi ceceni.

Tra gli interpreti del film Tom Hardy, Matthias Schoenaerts, Noomi Rapace e James Gandolfini, morto l’anno scorso, famoso soprattutto per il ruolo di Tony Soprano, un boss, della serie TV “The Sopranos”.

La prima del film è stato un modo per ricordare l’attore scomparso all’età di 51 anni.

Michaël Roskam, regista: “Oggi è tempo di presentare questo film e di dire addio a Jim. Non ho ancora avuto modo di farlo veramente, è emozionante soprattutto per Marcie e Michael Gandolfini, che sono con noi qui oggi”.

Michael Gandolfini, figlio di James Gandolfini: “Volevo far sapere al mondo che mio padre era oltre che un attore, una persona. Voglio essere sicuro che tutti lo sappiano, sí!”

Tom Hardy, attore: “Incontri poche persone con un talento simile, lo ammiravo, ammiravo il suo lavoro e ho avuto la fortuna di lavorare con lui”.

Michaël Roskam è famoso a livello internazionale per la pellicola “Bullhead” sulla mafia nell’industria zootecnica belga con cui ha ottenuto una nomination agli Oscar.

“The Drop” è in uscita in tutte le sale del mondo.