ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: visita lampo di Kerry, "non c'è posto per barbarie"

Lettura in corso:

Iraq: visita lampo di Kerry, "non c'è posto per barbarie"

Dimensioni di testo Aa Aa

Si sta facendo un lavoro duro, ma siamo solo all’inizio: lo ha detto John Kerry, nel corso di una visita-lampo a Baghdad.
Il Segretario di Stato americano ha effettuato uno scalo non preannunciato, sulla via per Gedda, dove si appresta ad assistere al vertice del Consiglio per la Cooperazione nel Golfo.
A Baghdad, Kerry ha incontrato il neo-premier, Haider al-Abadi, e poi il presidente, Fouad Massoum:

“Non c‘è posto per la loro barbarie, nel mondo moderno – ha detto riferendosi ai miliziani dello Stato Islamico -. Questa è una lotta che il popolo iracheno deve vincere, ma è anche un combattimento che il resto del mondo deve vincere insieme agli iracheni. Gli Stati Uniti e il resto del mondo devono fornire il loro aiuto per ogni fase di questa lotta”, ha detto Kerry poco prima dell’atteso discorso alla nazione di Barack Obama.

Nelle stesse ore tre autobomba esplodevano in un quartiere sciita di Baghdad, uccidendo almeno quindici persone.

Sul campo, la controffensiva contro lo Stato Islamico lanciata dall’esercito iracheno, dai Peshmerga curdi e dalle milizie sciite aiutate anche da specialisti iraniani oltre che dall’appoggio aereo statunitense è riuscita a bloccarne l’avanzata e riconquistare alcune località non distanti dal confine siriano: l’obiettivo è tagliare le linee di rifornimento e impedire che la milizia controlli troppe installazioni strategiche.