ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Poroshenko a Mariupol: "liberati 1200 prigionieri ucraini"

Lettura in corso:

Poroshenko a Mariupol: "liberati 1200 prigionieri ucraini"

Dimensioni di testo Aa Aa

I filo-russi hanno liberato 1200 prigionieri. Lo ha annunciato il Presidente ucraino Petro Poroshenko in visita nella città portuale di Mariupol. Si tratta dei primi scambi di prigionieri tra Kiev e i ribelli filorussi dell’est del Paese, come previsto dalla tregua di Minsk. A Kiev toccherà mercoledì.

“Tutti a Mariupol e nel resto dell’Ucraina – ha dichiarato il Capo di Stato – stanno aspettando la stessa cosa. Sì, siamo pronti a combattere, abbiamo abbastanza forze da poter proteggere la città e il Paese, ma tutti vogliono la pace. Ed è per questo che ho deciso di aprire i negoziati con il Presidente russo Putin”.

Il capo di Stato ha promesso che difenderà Mariupol nel caso in cui fallisca la tregua tra i separatisti e Kiev. Sia le forze di sicurezza ucraine sia gli insorti hanno denunciato violazioni della tregua. Gli incidenti più gravi si sono registrati proprio a Mariupol. Scettico sul cessate il fuoco anche il Presidente dell’OSCE, l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa.