ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Summit Nato: sul tavolo la forza di azione rapida in Europa orientale

Lettura in corso:

Summit Nato: sul tavolo la forza di azione rapida in Europa orientale

Dimensioni di testo Aa Aa

Una forza di azione rapida della Nato contro una potenziale aggressione russa. Il piano del segretario generale dell’Alleanza Atlantica Anders Fogh Rasmussen dovrebbe essere approvato oggi nell’ultimo giorno del summit in Galles.

Di fronte al conflitto in Ucraina, la Nato vuole un contingente da dispiegare rapidamente in Europa orientale e nei Paesi Baltici se necessario. Un contingente che potrebbe contare 4000 soldati e che dovrebbe essere guidato a rotazione dai 28 membri dell’Alleanza.

Sull’altra questione al centro dei colloqui, l’avanzata dell’IS in Iraq, il presidente statunitense Barack Obama spera di convincere gli alleati a formare una coalizione contro gli islamisti.

L’unico finora a dargli appoggio apertamente è stato il primo ministro britannico David Cameron che non esclude attacchi aerei al fianco di Washington contro le basi dello Stato Islamico.

James Franey, euronews:
“Il Regno Unito e gli Stati Uniti stanno cercando di costruire una coalizione di volenterosi per combattere lo Stato Islamico, ma questo non è un ritorno ai tempi di Bush e Blair. Devono cercare il sostegno degli alleati nella regione, così come fecero George Bush Senior e John Major nella prima guerra del Golfo. Ma alcuni ritengono sia troppo tardi, visto che ampie zone dell’Iraq e della Siria sono già sotto il controllo dell’IS”.