ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nato: scetticismo sul cessate il fuoco in Ucraina

Lettura in corso:

Nato: scetticismo sul cessate il fuoco in Ucraina

Dimensioni di testo Aa Aa

Il cessate il fuoco in Ucraina è stato accolto con cautela al summit della Nato. L’Alleanza Atlantica aspetta di vedere la reale applicazione della tregua e intanto ha approvato la creazione di una forza di azione rapida da dispiegare in Europa orientale. Uno strumento per rassicurare Polonia e Paesi Baltici, un deterrente per la Russia. Sono state anche approvate esercitazioni militari Nato-Ucraina.

Anders Fogh Rasmussen, segretario generale Nato:
“L’annuncio del cessate il fuoco è benvenuto se rappresenta un tentativo sincero di fermare la violenza e avviare un processo politico costruttivo”.

Il presidente statunitense si è detto scettico sul rispetto della tregua da parte dei separatisti e sulla fine delle violazioni territoriali da parte della Russia:

Barack Obama:
“Ciò che ha spinto Mosca ad accettare il cessate il fuoco in questo momento è stato l’impatto delle sanzioni già applicate nei confronti dell’economia russa e anche la minaccia di ulteriori sanzioni. Le sanzioni hanno isolato la Russia a un livello che non si osservava da molto tempo”.

James Franey, euronews:
“Mentre sul suo confine orientale regna l’instabilità e sul confine meridionale permane la minaccia degli islamisti, la Nato, derisa in passato da chi la considerava un relitto della Guerra Fredda, ora scopre nuove prospettive. Il test degli alleati è provare se alle parole seguiranno i fatti”.