ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ebola: mea culpa dell'Onu "non abbiamo fatto abbastanza"

Lettura in corso:

Ebola: mea culpa dell'Onu "non abbiamo fatto abbastanza"

Dimensioni di testo Aa Aa

I leader mondiali stanno perdendo la battaglia contro la peggiore epidemia di Ebola mai registrata. All’allarme di Medici Senza Frontiere si aggiunge quello delle Nazioni Unite, mentre nei paesi colpiti dall’epidemia – che hanno bisogno di tutto – manca ancora un organo preposto all’educazione sanitaria.

“Sappiamo di non aver fatto abbastanza – ammette David Nabarro, coordiantore dell’Onu per l’epidemia di Ebola – Sappiamo che l’epidemia sta andando oltre la nostra portata. Questa emergenza globale richiede una coalizione insolita: tutti i paesi del mondo devono chiedersi in che modo possano aiutare. Perché se non arriviamo a capo di questa epidemia come comunità globale, c‘è il rischio che possa colpire tutti noi in modi inaspettati”.

Secondo l’organizzazione mondiale della sanità occorrerebbero 370 milioni di euro per contenere l’epidemia nei prossimi sei mesi, un terzo di quanto gli Stati Uniti hanno garantito dal 2006 al Libano per le spese militari.