ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan: ancora scontri e proteste. Decine di migliaia chiedono le dimissioni del premier

Lettura in corso:

Pakistan: ancora scontri e proteste. Decine di migliaia chiedono le dimissioni del premier

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si fermano le manifestazioni in Pakistan per chiedere le dimissioni del premier accusato di brogli elettorali. A Islamabad circa 800 militanti del partito del leader religioso Tahirul Qadri hanno preso possesso per alcune ore della sede della TV di Stato. Nella notte migliaia di suoi sostenitori hanno cercato ripetutamente di dirigersi verso la sede del primo ministro Nawaz Sharif, ma sono stati respinti dagli agenti.

L’ondata di proteste tra i manifestanti anti-governativi e la polizia ha fatto, negli ultimi giorni, almeno tre morti, oltre 500 feriti e centinaia di arrestati. La situazione in Pakistan resta molto complicata. Secondo alcuni leader dei manifestanti, l’esercito avrebbe offerto una mediazione per giungere a una soluzione pacifica della crisi. L’attuale primo ministro venne estromesso dal potere una prima volta nel 1999 proprio grazie a un colpo di stato appoggiato dai militari che portò al potere l’allora generale Pervez Musharraf.