ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: barricate e catena umana a Mariupol, si teme arrivo ribelli

Lettura in corso:

Ucraina: barricate e catena umana a Mariupol, si teme arrivo ribelli

Dimensioni di testo Aa Aa

Una catena umana per dire “no” ai soldati russi in Ucraina, “no” a Putin. Sono circa cinquemila gli abitanti di Mariupol che hanno manifestato, nel timore di un prossimo arrivo dei ribelli filo-russi, che in giornata hanno preannunciato una controffensiva e che sono a pochi chilometri dalla città portuale, nell’Ucraina sud-orientale. La gran parte dei cittadini da qui non vuole andarsene, e tra di loro ci sono anche migliaia di persone che già avevano dovuto lasciare Donetsk.

“Oggi abbiamo formato una catena umana qui per mostrare al mondo e in particolare a Putin che non intendiamo cedere la nostra città. Se vuol venire a Mariupol dovrà sparare sugli innocenti, sparare su donne e bambini”.

Una manifestazione simile, alla quale ha partecipato un migliaio di persone, si è tenuta anche a Odessa, città costiera nel sud-ovest dell’Ucraina.
L’esercito, aiutato da una parte della cittadinanza, sta realizzando delle barricate a Mariupol, per rallentare la sempre più probabile invasione da parte dei ribelli, ormai dotati delle più moderne armi russe. E spalleggiati da almeno quattromila soldati russi, secondo il governo di Kiev.