ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile: in recessione, nei sondaggi opposizione in vantaggio

Lettura in corso:

Brasile: in recessione, nei sondaggi opposizione in vantaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

La recessione dà una spinta ulteriore all’opposizione, in vista delle presidenziali di Ottobre in Brasile: Marina Silva da qualche giorno è data in vantaggio sulla presidente uscente Dilma Rousseff, in caso di ballottaggio.
E se la Rousseff è criticata soprattutto per la gestione in campo economico, di certo non le è d’aiuto l’ufficializzazione della recessione in cui è piombato il Brasile: nel secondo trimestre, il PIL ha registrato un calo dello 0,6%, e l’istituto statistico ha contemporaneamente rivisto al ribasso il primo, da +0,2% a -0,2%. Due trimestri consecutivi in calo, quindi: è recessione tecnica, sulla quale hanno inciso anche i Mondiali di calcio, ospitati proprio in Brasile.
Le proteste e le troppe vacanze hanno inciso sulla produttività, generando un calo che si è sommato a quello legato alla crisi mondiale. Il governo parla di fattori temporanei e si dice certo di un rimbalzo nel prossimo trimestre.
Troppo tardi, per le elezioni.