ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paracadutisti russi arrestati in Ucraina. Mosca: "Erano lì per sbaglio"

Lettura in corso:

Paracadutisti russi arrestati in Ucraina. Mosca: "Erano lì per sbaglio"

Dimensioni di testo Aa Aa

Kiev grida alla prima prova ufficiale dell’intervento militare russo nell’est dell’Ucraina. Mosca ammette lo sconfinamento, ma lo imputa a un semplice errore.

Appena qualche ore prima dell’ incontro a Minsk fra i presidenti Poroshenko e Putin , il governo ucraino diffonde un video con le interviste ai 10 paracadutisti russi, arrestati a una ventina di chilometri dal confine.

Uno di loro dice di essersi reso conto di aver sconfinato, solo al momento dell'attacco delle forze ucraine. Il suo gruppo, racconta, era partito dalla regione russa di Rostov per una marcia di settanta chilometri. Altri soldati parlano invece alle telecamere di una “guerra non loro” e denunciano di esser trattati come “carne da macello”.

La genuinità delle testimonianze resta da verificare, ma lo “sconfinamento per errore” viene ribadito da fonti del Ministero della difesa russo. Queste ultime sostengono che l’episodio sia avvenuto in una zona dove la frontiera non è segnalata e sottolineano che i paracadutisti non hanno opposto alcuna resistenza all’arresto.