ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

''Childhood'': giovani musicisti inglesi crescono

Lettura in corso:

''Childhood'': giovani musicisti inglesi crescono

Dimensioni di testo Aa Aa

È uno dei debutti più attesi della scena musicale inglese: il primo album, intitolato ‘‘Lacuna’‘, del quartetto di Nottingham ‘‘Childhood’‘, capitanato da Ben Romans-Hopcraftan. Il successo per il gruppo era già arrivato con i primi singoli come questo ‘‘Falls Away’‘. La loro storia parte dall’incontro all’università e arriva al primo album registrato a Londra con l’aiuto del produttore Dan Carey.

‘‘Ci è servito in realtà un anno e mezzo per passare dai demo realizzati da studenti a un vero studio, per riuscire a far suonare i nostri pezzi proprio come volevamo. È stata una bella fase di formazione,” racconta Ben Romans-Hopcraft. ‘‘È sempre difficile la registrazione di un demo, soprattutto quando si entra in uno studio agli albori della carriera’‘, spiega Leo Dobson. ‘‘Dan Carey ci ha aiutato a produrre e anche rinvigorire alcune canzoni che avevamo scritto. Il risultato finale è decisamente migliore.’‘

La band si è ispirata ai filoni classici della musica inglese degli anni ’90 e al soul, il risultato è un genere indie e psichedelico. Il singolo “Falls Away” ben rappresenta, per il gruppo, l’album di esordio ‘‘Lacuna’‘ che li sta portando in giro per il mondo.

“Andare in Giappone, per esempio, è stata una bella e anche bizzarra esperienza. Ci torneremo presto, la cosa fantastica è che ci sono persone tanto lontano che ci hanno voluto: questo è incredibile. Il Giappone è stato il viaggio più importante che abbiamo fatto, è stato molto bello. Vogliamo davvero andare ovunque, girare tutto il mondo’‘, dice Leo Dobson.

‘‘Childhood’‘ sembra la nuova promessa della musica inglese. L’album ‘‘Lacuna’‘ è già stato accolto positivamente dalla stampa britannica, attenta a seguire la traiettoria della giovane band la cui grande sfida è non oscurarsi velocemente come altri gruppi meteora.